Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

// ... articolo

Area Archivio

Chiesta la “estinzione della persona giuridica” della Congregazione Cristiana dei Testimoni di Geova italiana

L’O.N.A.P. – Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici – interviene.

Firenze, 10 marzo 2015

In data 25/07/2014 è stata avanzata dall’avv. Raffaella Mendicino, per conto del suo assistito, una richiesta di “estinzione della persona giuridica” ai sensi dell’art.6, D.P.R.10 febbraio 2000, n.361, relativamente all’Associazione Congregazione Cristiana dei Testimoni di Geova, ente esponenziale in Italia della Confessione dei Testimoni di Geova all’indirizzo del Ministero dell’Interno – Direzione Centrale Affari Culti Acattolici, con la seguente motivazione: “l’Ente esponenziale Congregazione Cristiana dei Testimoni di Geova italiana è nella impossibilità di raggiungere lo scopo statutario”.

La richiesta di estinzione costituisce l’epilogo di una vicenda riguardante l’espulsione “confessionale” dai Testimoni di Geova della persona rappresentata dall’avv. Mendicino ad opera dell’Ente esponenziale – Associazione Congregazione Cristiana – senza uno specifico mandato confessionale e per questo motivo considerata illegittima.

La tesi sottostante la vicenda poggia appunto sulla distinzione tra le due entità, Confessione/Ente esponenziale e sul primato della prima (Confessione) rispetto alla seconda (Associazione Congregazione Cristiana dei Testimoni di Geova, Ente esponenziale confessionale).

Il testo della richiesta di estinzione trae spunto anche da approfondimenti di dichiarazioni tratte da un documento ufficiale; si tratta di una lettera, datata 24 novembre 1998, che a suo tempo il sig. Francesco Corsano, all’epoca membro apicale dell’Ente confessionale Congregazione Cristiana inviò all’allora presidente del Senato della Repubblica, On. Nicola Mancino.

La posizione della Direzione Centrale degli Affari dei Culti, interessata dalla richiesta anzidetta, risulta essere il considerare la vicenda come fatto interno, una questione personale tra il singolo aderente e la Associazione Congregazione Cristiana; circa gli elementi presentati a supporto della sostenuta “impossibilità di raggiungere lo scopo statutario”, riferito alla Congregazione medesima, nulla è dichiarato.

Interpellato, l’O.N.A.P. (Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici), considerati i profili pertinenti alla propria attività associativa di contrasto all’abuso psicologico, ha ritenuto di intervenire.

In data 20 gennaio 2015 l’O.N.A.P. ha inoltrato una richiesta ai sensi della L.241/1990 – “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi” allo scopo di accedere al “documento finale (relazione, verbale, nota, citazione di sentenza o qualunque forma utilizzata) che contenga le motivazioni determinanti l’”avviso” della Direzione”.

Si intende con questa iniziativa comprendere quale logica presiede l’applicazione delle normative che regolano questa materia a garanzia dei singoli cittadini lì dove praticano la loro fede religiosa in forma aggregata.

In definitiva se vi è un’applicazione puntuale delle regole o il rischio di trovarsi in un territorio “franco”, alla mercé di potenziali pratiche abusanti, senza alcuna garanzia di efficace ed esaustivo controllo ai sensi di legge? E anche: come si concretizza una sintesi bilanciata tra i diritti del singolo (art. 2 della Costituzione), e quelli del gruppo (art. 19 della Costituzione), nell’attuazione dell’azione di vigilanza (r.d. n. 289/1930) affidata al Ministero dell’Interno?

È ciò che l’O.N.A.P. intende contribuire a mettere in luce con il suo intervento, o quanto meno porre il problema all’attenzione della pubblica opinione.


Scarica il PDF

News

Il Progetto Bullo in Rete, progetto di prevenzione in tema di Bullismo/Cyberbu...
Il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, la Federazion...
La Famiglia si configura come fattore significativo del processo evolutivo di og...
Il Seminario “Fenomeni settari, strategie condizionanti, culti abusanti e tecn...
Il Comitato Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Firenze ha organiz...
\r\nAll\'indomani dell\'approvazione della Proposta di Legge n. 3139-B recante \"Dis...
L\'Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici in partnership con il Comune di Lampo...
Il Corso Interdisciplinare di Aggiornamento Professionale Edu-Bullying (Avviso P...
\r\nIl progetto si inserisce in una attività più ampia, elaborata dall’Istitut...
\r\nL’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici (O.N.A.P.) in partnership con l...

Facebook

LOGIN