Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

// ... archivio

Giornate di Studio

RSS
29

Fenomeni settari, strategie condizionanti, culti abusanti e tecniche di contrasto

Il Seminario “Fenomeni settari, strategie condizionanti, culti abusanti e tecniche di contrasto”, si inserisce all’interno del percorso del Master Universitario di II Livello in Psicopatologia Forense e Criminologia, dell’Università di Firenze.

L’evento si prefigge di approfondire i sottili e subdoli meccanismi di riforma del pensiero, del controllo delle emozioni e del comportamento che stanno alla base della prassi dei “culti abusanti”, che procedono annullando le conoscenze dell’adepto per ricostruirne altre, conformi all’ideologia del leader.

Infatti sono molteplici le tecniche di persuasione o condizionamento mentale che i leader di questi culti mettono in atto per mantenere il potere sui propri adepti.

Da scaricare

Violenza e abuso nel contesto familiare

La Famiglia si configura come fattore significativo del processo evolutivo di ogni bambino. Infatti, la famiglia può porsi come promotore e facilitatore di crescita psico-fisica equilibrata, oppure può divenire fonte di rischio e inibitore di sviluppo.

Così, nonostante che, nella sua rappresentazione ideale, resti il luogo del rifugio dove sentirsi sicuri, amati, protetti, ascoltati, nella realtà la famiglia oggi è sempre più in crisi e incapace di appagare i bisogni dei suoi componenti, innescando comportamenti disfunzionali, venendo meno alle aspettative fiduciarie.

L’incontro pertanto intende indagare le dinamiche del nucleo Famiglia, con un’attenta ricognizione su quelle disfunzionali, caratterizzate da un’elevata conflittualità e alienazione.

È all’interno di questo contesto che, spesso, troviamo minori coinvolti in triangolazioni che producono in loro sensi di colpa o di abbandono. Ambiente, quello abusante, caratterizzato da sentimenti di rabbia e di paura, dove apprensione, tristezza e dolore prevalgono sugli aspetti positivi della vita, determinando un male-di-essere generalizzato e “normalizzato” nei suoi componenti.

Da scaricare

La tutela dei soggetti deboli vittime di cyberbullismo

Il Comitato Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Firenze ha organizzato la Giornata di Studi  in tema di “La tutela dei soggetti deboli vittime di cyberbullismo. Strumenti di prevenzione e di contrasto al fenomeno del cyberbullismo”.

Il convegno ha lo scopo di affrontare il fenomeno del Cyberbullismo mediante l’illustrazione del disegno di legge a tutela delle vittime minorenni.

L’evento sarà l’occasione per conoscere la natura e le modalità dei comportamenti di cyberbullismo attraverso la voce di primari esperti del settore.

Interverranno la Senatrice Prof.ssa Elena Ferrara, la dott.ssa Pieri, Sostituto Procuratore del Tribunale dei minorenni di Firenze, l’Avv. Scaravilli, Consigliera di Parità del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Firenze.

Interverrà  l’Avv. Claudia Del Re, Vice Presidente O.N.A.P. e Responsabile del progetto “Bullo in Rete”.

L’incontro si svolgerà Martedì 29 maggio dalle h 14:30 in poi presso l’Auditorium dell’Ordine degli Avvocati A. Zoli – Tribunale di Firenze – Piano O – Firenze Viale Guidoni.

Programma

Giornata di Studio e Confronto sul Cyberbullismo

All’indomani dell’approvazione della Proposta di Legge n. 3139-B recante “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo”, l’Istituto Comprensivo Centro Storico Pestalozzi ha organizzato la “Giornata di Studio e Confronto sul Cyberbullismo”, rivolto a genitori, docenti, studenti.

L’obbiettivo dell’evento è di presentare il Progetto “Cl@ssi 2.0”; progettualità che vede il diretto coinvolgimento degli studenti dell’Istituto Secondario di I grado Carducci.

Tra i relatori Giacomo Amalfitano, in rappresentanza del Corecom e Marialuce Benedetti, Segretario Generale di O.N.A.P.

 

Da scaricare

Giovani, media e ruolo dell’Adulto

L’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici in partnership con il Comune di Lamporecchio e l’Istituto Comprensivo F. Berni di Lamporecchio (PT), ha organizzato il seminario “Gionani, media e vuole dell’Adulto”, rivolto docenti e genitori.

Il Seminario si pone quale evento di restituzione del Progetto Scuola, attività di formazione realizzata da O.N.A.P. in collaborazione con l’Istituto Comprensivo F. Berni di Lamporecchio (PT): il progetto è stato rivolto tanto agli studenti della Primaria  e della Secondarie di I grado, quanto ai docenti e genitori degli studenti stessi.

Le tematiche affrontate con gli studenti hanno spaziato, per la Primaria, dalla pedagogia delle emozioni all’educazione all’affettività rispetto alla fenomenologia del web; per la Secondaria di I grado i temi trattati sono stati: le Buone prassi in tema di privacy, la web reputation, il trattamento dati personali (cd E-safety), il fenomeno del cyber-bullismo e alle nuove forme di dipendenza online.

Da scaricare

 

Il Fenomeno del Bullismo/Cyberbullismo

L’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici (O.N.A.P.) in partnership con l’Istituto Comprensivo San Casciano Val di Pesa e con il Comune di San Casciano Val di Pesa, ha realizzato il “Progetto Scuola. Il fenomeno del Bullismo/Cyberbullismo”.

Il progetto è volto a far acquisire competenze interpersonali finalizzate alla “coesione sociale e alla cittadinanza attiva”, nonché un aggiornamento per docenti e genitori.

Il Progetto Scuola sarà presentato in occasione del Seminario aperto alla popolazione e che si svolgerà sabato 4 Febbraio 2017, dalle ore 10:00 alle ore 13:00, presso l’Auditorium del Chianti Banca, piazza Arti e Mestieri, 1, San Casciano Val di Pesa.

 

Da scaricare

Cyber Bullismo 2.0: una sfida educativa

L’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici (O.N.A.P.) in partnership con l’Istituto Scolastico Leonardo da Vinci di Pistoia, a conclusione del Progetto Scuola interventi su Bullismo e Cyber-bullismo, ha organizzato un Seminario di Studi rivolto a docenti e genitori sul tema “Cyber Bullismo 2.0: una sfida educativa”.

L’incontro si svolgerà Venerdì 20 Gennaio, dalle ore 17:00 alle ore 19:00, presso la Scuola Primaria “G. Rodari”, via G. Rodari – Candeglia, Pistoia.

I temi trattati spazieranno dal cybercrimes al cyberbullismo, dal cyberstalking al grooming, fino al fenomeno sempre più diffuso del sexting.

Ingresso Libero.

 

Da scaricare

Sogno con Cena

Il Sogno creativo è un percorso di scoperta o riscoperta del Benessere, della Conoscenza e Consapevolezza tramite un’esperienza multisensoriale. Con il sogno guidato a tema si ottiene un’amplificazione delle sensazioni, emozioni, ricordi, ma anche della conoscenza e della condivisione.

L’obiettivo che si vuole raggiungere è quello di acquisire maggiore consapevolezza del potere trasformativo della nostra mente attraverso il riconoscimento delle immagini (recuperate o trasformate), delle emozioni vissute; ma anche della possibilità di risoluzione di conflitti interiori e di disagio attraverso una creatività riscoperta e vicina.

Il sogno condiviso è un’esperienza di gruppo che rimette al centro il mistero, l’immaginazione, la fantasia, le varie e/o nuove soluzioni possibili. È un’esperienza di coscienza transpersonale, che rimanda all’origine dell’uomo (il cerchio attorno al fuoco con i racconti e gli ascolti in gruppo). Sostenuto dalla musica e da una storia che fa da cornice, si cerca di stimolare l’interscambio onirico nel qui ed ora. Sganciandosi da ogni tipo di interpretazione viene valorizzata la comunicazione e la libera espressione.

Alla fine di ogni Sogno guidato è allestita per gli astanti la cena collettiva, assieme ai conduttori.

La partecipazione è riservata ai soci O.N.A.P., i non soci possono scaricare il modulo di adesione associativa, assieme alla Scheda di Iscrizione al percorso “sognante”. L’adesione associativa permetterà di partecipare a tutti gli eventi che O.N.A.P. organizza durante il corso dell’anno.

Per Iscriversi e/o Associarsi usare i moduli in allegato. Il pagamento sarà effettuato ad iscrizioni terminate (solo nel caso si sia raggiunto il numero richiesto di iscrizioni ad incontro), tramite le informazioni che saranno inviate per mail agli iscritti.

Le Iscrizioni si chiudono il 6 gennaio 2017. Per maggiori informazioni sul percorso “Sogno con Cena” leggere il programma in allegato.

Da scaricare

Cyber Bullismo 2.0: Per non cadere nella Rete

“Venerdì 27 maggio presso l’Auditorium della scuola secondaria “Ferrucci” di Larciano (PT) si svolgerà lil Seminario Per non cadere nella rete: il fenomeno del Cyberbullismo, l’ultimo momento formativo ed informativo del progetto Cyberbullismo 2.0 realizzato da O.N.A.P. in collaborazione con il C.T.S.S. dell’Istituto L. Einaudi di Pistoia.

I giovani tecnoagers (nativi digitali), possono all’interno della Rete commettere non solo condotte antisociali, auto ed eterolesive, ma anche veri e propri reati: violazione diritto d’autore, violazione della privacy, diffamazione, produzione/autoproduzione e diffusione di materiale pedopornografico, etc. D’altro canto possono essere oggetto di fenomeni quali l’adescamento (pedofilia online), l’esposizione a filmati a sfondo sessuale; oppure di truffe online (phising), atti di cyberbullismo.

Ecco perché riteniamo che il vero e insostituibile filtro sia l’Educazione. Una Pedagogia che abbia come obbiettivo un processo educativo volto ad armonizzare l’individuo con il mondo al quale appartiene, indipendentemente dall’età o dal gruppo generazionale di appartenenza.

Partendo da queste premesse il Progetto ha inteso interrogarsi sul tema della prevenzione e fornire delle risposte di formazione adeguata, sia agli insegnanti e ai genitori, sia ai ragazzi coinvolti.
Su invito del CTSS L.Einaudi di Pistoia hanno potuto partecipare circa 16 istituti, primari, secondari di I e II grado per un totale di circa 1200 ragazzi coinvolti nella fascia di età compresa tra i 10 ed i 18 anni.”

 

Da scaricare

Genitori & Dintorni – Istruzioni per l’uso cercasi

A partire da aprile fino a maggio il Punto Lettura L. Gori è lieto di ospitare un ciclo di incontri rivolto tutto ai genitori ed organizzato in collaborazione con l’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici (O.N.A.P.) e Genitoriinmovimento, il Comitato dei Genitori del comprensorio scolastico Montagnola-Gramsci- Quartiere 4-Firenze.

Essere genitori oggi è difficile, risulta quasi un’impresa: ognuno di noi è autodidatta nel ruolo (arduo ma gratificante) del genitore, ma spesso ci troviamo arresi o preda di dubbi su questioni sempre nuove, sempre diverse. Dal bullismo al cyber bullismo, dai disturbi dell’alimentazione e dell’apprendimento (DSA/BES) alle nuove sfide educative che media e social network ci pongono ogni giorno.

Tutti noi vorremmo che i nostri figli crescessero sani, nell’amore, rispettosi, sicuri di sè, felici, ecc. ecc. ma nessuno ci ha mai detto cosa e come fare!!!!

Obbiettivo degli incontri non è fornire un‘decalogo del buon genitore’, bensì offrire delle occasioni di formazione e riflessione per mamme e babbi sempre in cerca, sempre di corsa..comunque sempre in cammino!

Il percorso si compone di 5 incontri, liberi e gratuiti, che si terranno al Punto Lettura L. Gori, ex Bibliotechina dell’Isolotto (via degli Abeti), dalle h 21 in poi a partire dall’8 Aprile: i temi trattati saranno Bullismo/Cyberbullismo; DSA/BES differenze e analogie; Genitorialità: ruolo del genitore e modelli identitari; Giovani e alimentazione; Come curare e curarsi con l’omeopatia.

Da scaricare

 

Cyber Bullismo 2.0: una sfida educativa

L’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici (O.N.A.P.) in partnership con il Centro Territoriale di Supporto di Pistoia ha organizzato due Giornate di Studi sul tema “Cyber Bullismo 2.0: una sfida educativa”. Gli incontri si svolgeranno, dalle ore 15:00 alle ore 18:00, rispettivamente: il giorno 3 marzo, presso l’UNISER – Polo Universitario di Pistoia e il giorno 10 marzo, presso la Sala Convegni dell’Istituto Alberghiero Martini a Montecatini. Ingresso Libero.

I media, fonti affascinanti e sempre disponibili, sono una tra le più potenti forze socializzanti, trasformano culture “stabilendo” immagini, valori, aspirazioni, concetti su chi siamo e su chi dovremmo essere.

Essi forniscono modelli simbolici per quasi tutte le forme di comportamento che sia possibile concepire. Le rappresentazioni dei media agevolano la costruzione di “significati” condivisi, indipendentemente dalla loro bontà o veracità. “Significati” che realizzano modelli di organizzazione sociale in forma di norme e ruoli.

I temi trattati spazieranno dal cybercrimes al cyberbullismo, dal cyberstalking al child grommino, fino al fenomeno sempre più diffuso del sexting. 

Da scaricare

I pericoli del web: adolescenti e nuovi media

I pericoli del web adolescenti e nuovi mediaIl Primo Istituto Comprensivo Palazzolo sull’Oglio (BS), il Lions Club, in collaborazione con l’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici, hanno organizzato, per il giorno 15 febbraio una giornata di Formazione sul tema: “I pericoli del Web: adolescenti e nuovi media”. L’incontro, delle 14.00 alle 18.00, l’incontro, rivolto sia al personale docente che ai genitori, svolgerà presso la Biblioteca Comunale G. U. Lanfranchi, Lungo Oglio C. Battisti, 17 – Palazzolo sull’Oglio (BS).

Negli ultimi anni, le fonti e la distribuzione dell’informazione si sono sviluppate in maniera spettacolare. Sempre più i ragazzi arrivano a scuola portando l’impronta di un mondo, reale o fittizio ben oltre i confini della famiglia e della comunità. Il divertimento, le notizie e la pubblicità che propongono i media trasmettono messaggi che possono trovarsi in concorrenza o in contraddizione con quanto i ragazzi imparano a scuola. Inoltre, l’organizzazione di tutti i messaggi in brevi sequenze da parte dei media influisce sulla durata dell’attenzione degli alunni, e quindi sulle relazioni in seno alla classe.

Così, avendo perso in larga misura la preminenza che prima avevano nell’esperienza educativa, gli insegnanti e le scuole si trovano ad affrontare nuovi compiti: rendere la scuola più attraente per gli alunni e fornire loro implicitamente una “guida degli utenti” ai media. La scuola, per poter aggiungere al sistema formativo disciplinare l’idea di contribuire alla consapevolezza dei processi cognitivi, allo strutturarsi di relazioni complesse tra sistemi (familiare, scolastico, gruppo dei pari), deve attrezzarsi con interventi e iniziative che possano operare in senso formativo nei confronti dei docenti come stimolo per nuove attività e modalità operative verso i ragazzi.

Da scaricare

Identità allo specchio. Giovani, media e modelli identitari devianti

Identità allo specchioL’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici (O.N.A.P.), in partnership con L’Istituto Comprensivo di Siziano, il Comune di Siziano e in collaborazione con l’Associazione Genitori di Siziano (AGE), ha organizzato per il giorno 31 gennaio, due incontri formativi dal tema: “Identità allo specchio. Giovani, media e modelli identitari devianti”. Il primo incontro, delle 14.30 è rivolto al corpo docente, il secondo, alle 18.00, vedrà la partecipazione dei genitori.

Il fascino del trasgressivo e la sottile suggestione del messaggio provocante, sessualizzato e adultizzante stanno dilagando così da determinare serie preoccupazioni in coloro che ancora credono in valori fino a ieri condivisi. Questa “nuova” tendenza sembra contribuire non poco alla creazione di ulteriori conflitti e stati di disagio in giovani e meno giovani che spesso sperimentano solitudini moderne nate anche dalla irrefrenabile tecnologia.

Nella storia dei mass media, ciascuno ha detto la sua: istituzioni civili e non. Eppure assistiamo ad un progressivo e ineluttabile sgretolamento etico/morale. Una valanga di messaggi senza regole che inonda tutti e che ha il sopravvento sulle nuove generazioni. Proprio all’interno di questo “ambiente multimediale”, i giovani di oggi acquisiscono la propria identità e definiscono il loro rapporto con la realtà, con l’altro, con se stessi.

Da scaricare

Ciclo di incontri “Persuasioni Pericolose”

PersuazioniPericolose2013L’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici (O.N.A.P.), in collaborazione con Eurobic Toscana Sud S.r.l, ha organizzato per il giorni 12 e 19 aprile, alle ore 21.00, presso la Misericordia di Poggibonsi le Giornate di Studio dal tema: “Persuasioni Pericolose”, con particolare attenzione verso quei messaggi fuorvianti che “persuadono” specialmente i più giovani a comportamenti devianti.

In un mondo sempre più frenetico, dove tutto corre veloce, le sollecitazioni che colpiscono la nostra mente sono spesso eccessive; così ci ritroviamo a compiere molte delle nostre azioni senza il tempo necessario per un’attenta e corretta valutazione critica. Questo rende tutti noi maggiormente vulnerabili, nei confronti di quei messaggi che tendono ad un qualche tipo di condizionamento.

Potenzialmente, tutti possiamo essere condizionati o condizionabili. È  indubbio che ognuno di noi è soggetto all’influenza di molti fattori: il luogo in cui nasciamo, la nostra famiglia di origine, le amicizie, la scuola, le esperienze di vita, senza sottovalutare i media e le varie mode e tendenze. Tutto contribuisce a plasmare la nostra identità, e fare di noi ciò che siamo quanto a modo di pensare e di agire.

Esiste però una tecnica ben più forte e subdola di condizionamento, messa in atto nel corso degli ultimi decenni, da culti che studiosi e osservatori non hanno esitato a definire abusanti”. Sono culti che aspirano al controllo completo della persona e delle sue risorse. Da questi potremo proteggerci solo conoscendone a fondo i procedimenti.

Da scaricare

Conferenza “Giovani e rappresentazioni sociali devianti”

L’Istituto Comprensivo Statale “Aldo Moro” di Maleo (Lo), in collaborazione con l’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici, ha organizzato, per il giorno 12 ottobre due incontri formativi dal tema “Giovani e rappresentazioni sociali devianti”. Il primo incontro, delle 16.30 alle 18.30 è rivolto al personale docente, il secondo, alle 21.00, vedrà la partecipazione dei genitori.

I Media sono una tra le più potenti forze socializzanti, trasformano culture “stabilendo” immagini, valori, aspirazioni, concetti su chi siamo e su chi dovremmo essere. Fonti affascinanti e sempre disponibili, forniscono modelli simbolici per quasi tutte le forme di comportamento che è possibile concepire. Le rappresentazioni dei Media agevolano la costruzione di “significati” condivisi, indipendentemente dalla loro bontà o veracità. “Significati” che realizzano modelli di organizzazione sociale in forma di norme e ruoli.

Una ricca letteratura scientifica ha dimostrato come adulti e bambini acquisiscono atteggiamenti, risposte emotive e nuovi stili di condotta dalle varie rappresentazioni che i Media propongono.

Da scaricare

Giornate di Studio “Il Plagio e le Sette”

La Società Sammarinese di Criminologia ha organizzato per il 28-29 aprile, presso l’Antico Monastero di Santa Chiara, Repubblica di San Marino, le Giornate di Studio in Criminologia, dal titolo “Il Plagio e le Sette”. Le Giornate di Studio vedranno impegnati professionisti di varie aree disciplinari, che affronteranno, in un ottica legale e psico-sociale, il condizionamento all’interno di gruppi con leader fortemente manipolativi.

Attraverso un analisi del fenomeno criminoso legato a gruppi fortemente manipolativi dal punto di vista individuale, famigliare e sociale, si cercherà di tracciare i concetti fondamentali di riferimento per distinguere un normale culto religioso da un culto abusante. Il focus dell’approfondimento verterà su le tecniche di reclutamento e di condizionamento mentale, nella comune consapevolezza è che, su questa materia, occorra assumere iniziative concrete e visibili, atte ad approfondire, informare e sensibilizzare l’opinione pubblica.

L’evento è stato accreditato dal C.N.F. (Consiglio Nazionale Forenze per l’attribuzione dei Credti Formativi agli avvocati).

Per maggiori informazioni: www.criminologia-rsm.org

Tavola Rotonda “Stare Sani. Istruzioni per l’uso”

L’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici (O.N.A.P.), ha organizzando per il giorno 21 aprile, presso Salone Vescovile “Mons. Pietro Fiordelli” (g.c.), Piazza Duomo, 48 Prato, una Tavola Rotonda dal titolo: “Stare Sani. Istruzioni per l’uso”.

L’incontro è volto a tracciare, mediante una attenta osservazione, una Diagnosi (= discernimento: conoscere attraverso), sulla reale qualità della vita; consapevoli che la nostra salute psico/fisica di ognuno di noi passa anche attraverso uno sviluppo sostenibile.

Un vecchio adagio recita: “Mens sana in corpore sano”.

E, se è vero che noi siamo quello che pensiamo e facciamo, nonché quello che mangiamo, allora diviene importante capire cosa ci dice la raccolta dei dati, riguardo alla nostra Società, al nostro Ambiente e di conseguenza alla nostra Nutrizione.

Da scaricare

Conferenza “Ragazzi e genitori connessi”

L’Istituto Comprensivo Statale “S. Pellico” di Vedano Olona (Va), in collaborazione con l’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici, ha organizzato, per il giorno 27 febbraio due incontri formativi dal tema “Ragazzi e genitori connessi. Costruire alleanze per un netto confine”. Il primo incontro, delle 14.30 alle 16.00 è rivolto ai ragazzi, il secondo, dalle 20.30 alle 22.00, vedrà la partecipazione dei genitori e il personale docente.

Oltremodo fondamentale, in una società volta all’avere, all’apparire anziché all’essere, apprendere specifici modelli di un “saper essere” genitori. Non è questione di tecnica ma di relazione. Non è questione di sapere, ma, appunto, di essere. Si può concludere che si tratta di persona e presenza, ovvero è un problema di autenticità. È questa autenticità che favorisce il passaggio, da generazione (più anziana) a generazione (più giovane), non solo del sapere tecnico, ma delle regole di comportamento e dei principi morali che sostengono la crescita “sana” dei giovani, edificando in loro i presupposti per un adeguato inserimento nella società. Il vero educatore è perciò colui che sa parlare, prima ancora che all’intelligenza, al cuore di coloro che vuole far crescere, primi fra tutti i propri figli.

Da scaricare

Conferenza “Si e No!”

Disagio giovanileL’Istituto Statale D’Istruzione Secondaria “L. Bazoli ‑ M. Polo” di Desenzano del Garda (BS), in collaborazione con l’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici, ha organizzato, per il giorno 24 febbraio un incontro formativo dal tema “Si e No! L’importanza della costruzione di un netto confine”. L’incontro, che si svolgerà nell’Auditorium dell’Istituto scolastico, delle 16.00 alle 18.00, è rivolto sia ai genitori e al personale docente.

Essere genitori comporta una responsabilità che va oltre l’accudimento fisico dei figli, infatti, il benessere, l’autostima e la capacità di apprendimento dei bambini possono essere notevolmente influenzati dal comportamento dei genitori. Affetto e autorevolezza, esercitati con equilibrio e chiarezza, sono gli ingredienti necessari per il suo corretto sviluppo emotivo. Nel concreto, è l’esempio degli adulti, genitori in primis, che in-forma i ragazzi al rispetto di sé e degli altri.

Da scaricare

Ciclo di Incontri “Persuasioni pericolose. Culti e tecniche di manipolazione mentale”

Culti e tecniche di Manipolazione MentaleSpunto che ha sempre alimentato ampie discussioni, è il discrimine tra il lecito e l’illecito che caratterizza certe strutture. Dove finisce il gruppo e dove inizia la setta? Dove finisce la comunità e inizia l’abuso?

Aumentano i racconti di esperienze negative vissute all’interno di determinati culti e cresce il numero delle famiglie disgregate perché uno dei due coniugi è diventato un adepto.

Il problema dunque è presente, concreto e allarmante.

Il tema verrà affrontato, a partire dal mese di novembre 2011 al mese di febbraio 2012, nel Ciclo di incontri organizzati dall’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici, presso la Saletta del “Tempo Libero”, del Circolo MCL di Dicomano (FIRENZE).

Da scaricare

Tavola Rotonda “Giovani, devianza e responsabilità degli adulti”

Giovani e Devianza L’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici, in collaborazione con la Provincia di Firenze, ha organizzato la Tavola Rotonda dal tema “Giovani, devianza e responsabilità degli adulti”. L’evento si svolgerà, venerdì 20 maggio alle ore 15.00, presso il Palazzo Medici Riccardi, Sala Pistelli, Via Cavour, 1 Firenze. L’invito a partecipare è esteso a tutti i cittadini e alle organizzazioni del Terzo Settore.

La trasgressione non è più una caratteristica tipica del periodo adolescenziale (l’età si abbassa costantemente), ma sta diventando la “norma” o quantomeno fa “tendenza”, in una continua gara al rialzo e all’estremizzazione dei comportamenti, tanto da dare la sensazione che i processi di differenziazione dall’adulto e la ricerca di una propria identità si debbano esprimere, per forza, attraverso la manifestazione di comportamenti ostili o violenti. Per di più, a livello sociale, si assiste a un deterioramento dell’autorevolezza degli adulti e di conseguenza anche del loro controllo sui figli: elementi che sorreggono un innalzamento della soglia di tolleranza verso le prepotenze, complici in larga misura anche certi programmi e forme di pubblicità televisive che, unite allo spirito di emulazione, determinano una maggiore estensione e criticità dei comportamenti aggressivi.

Da scaricare

Giornate di Studio “E… Liberaci dal Male”

Liberaci dal Male Nel mese di aprile, a Peccioli, presso il Centro Polivalente di via Del Carmine, 3, si svolgeranno, ogni lunedì alle ore 21.00 (solo l’ultimo incontro sarà tenuto di mercoledì 27), la seconda edizione delle Giornate di Studio: “E… Liberaci dal Male. Giovani e rappresentazioni sociali devianti”. Gli incontri, richiesti dalla Parrocchia di Peccioli “San Verano”, sono organizzati dall’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici.

Il focus dei temi trattati riguarderà sul il disagio esistenziale che sempre più giovani e famiglie si trovano ad affrontare. Cartina di tornasole del disagio psico/sociale è la difficoltà che bambini, adolescenti e adulti evidenziano a vari livelli, attraverso una serie di sintomi che variano, a seconda dell’età, e che sono a carico sia del corpo, che della mente. Particolare attenzione va data a tutti i fenomeni di devianza e di prevaricazione e il crescente interesse manifestato a livello europeo verso comportamenti sempre più trasgressivi e le misure messe in atto per ridurli sono conseguenza del riconoscimento sia di una loro maggiore pericolosità che del loro aumento. Tant’è vero che individuare l’origine dei disturbi della condotta in età giovanile ha assunto in questi ultimi anni una pregnanza particolare per gli studiosi delle scienze dello sviluppo.

L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Peccioli.

Da scaricare

Conferenza “Giovani, culti distruttivi e manipolazione mentale online”

Manipolazione Mentale OnlineOggi si parla sempre più spesso di società “virtuale” dove l’esperienza diretta, il rapporto vitale con le cose, vengono messi seriamente in pericolo. C’è chi parla della “morte del reale” in una società dei simulacri dove trionfano le apparenze, le ombre, le maschere e dove tutto rischia di trasformarsi in spettacolo. Assistiamo infatti al declino dell’uomo tipografico e del suo modo di pensare e di rappresentare la realtà. Scrive Giovanni Sartori: “il video sta trasformando l’homo sapiens prodotto dalla cultura scritta in un homo videns nel quale la parola è spodestata dall’immagine. Tutto diventa visualizzato”.

Assistiamo ad un progressivo e ineluttabile sgretolamento etico/morale. Una valanga di messaggi senza regole che inonda tutti e ha il sopravvento sulle nuove generazioni. Proprio all’interno di questo “ambiente multimediale”, i giovani di oggi acquistano la propria identità di individui e definiscono il loro rapporto con la realtà, con l’altro, con se stessi. Come osserva Roberto Maragliano, “le nuove tecnologie della comunicazione non sono semplicemente macchine, ma apparati di coscienza, metafore di un nuovo regime mentale caratterizzato da contaminazione interattiva”.

Il tema verrà affrontato dalla Dr.ssa Patrizia Santovecchi, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici, nella Conferenza organizzata dal Centro Italiano Femminile (Cif), presso la Sala Consiliare del Comune di Follonica (Grosseto).

L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Follonica.

Da scaricare

Giornate di Studio “Labirinti per la Mente. Un filo di Arianna per navigare sicuri online”

Labirinti per la MenteNel mese di Giugno, presso il Parco Prato (Punto Giovani We Meet), si svolgeranno, il Lunedì 7 e il Mercoledì 9 Giugno, dalle ore 18.00 alle ore 20.00, le Giornate di Studio, rivolte ai giovani del Punto Giovani We Meet, “Labirinti per la Mente. Un filo di Arianna per navigare sicuri online”. Gli incontri sono organizzati dall’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici, in collaborazione con Parco Prato Coop e il Punto Giovani We Meet.

In un’istantanea della nostra società possiamo trovare due soggetti: il “nativo digitale”, nato ovvero in un contesto digitale e chi vi è arrivato avendone vissuto l’evoluzione tecnologica. L’aspetto non è da sottovalutare: cose che per gli uni sono scontate per gli altri sono frutto di ricerca ed apprendimento. Tempi e modi di comunicare si sono compressi ed hanno cambiato forma, le relazioni da personali si fanno impersonali o virtuali e vengono percepite in modo diverso. I due soggetti però convivono nella stessa società e si relazionano fra loro con non poche incomprensioni.

La vita sociale al tempo del web è profondamente segnata dai nuovi strumenti di relazione. Una ricerca dell’Università del Maryland ha esaminato 200 studenti, che sono rimasti isolati dai media per 24 ore, scoprendo vantaggi e difetti della vita tecnologicamente evoluta. Il tutto non privo di sorprese.

Da scaricare

Giornata di Studio “La Violenza e la Vita”

La Violenza e la VitaLa violenza è un fenomeno strettamente legato alla vita dell’uomo. Una manifestazione diretta della volontà di dominio e di subordinazione nei confronti dell’altro, del proprio simile. Spesso, la violenza non è la conseguenza di una patologia, ma, al contrario, fa parte della quotidianità, della “normalità” dei rapporti fra gli individui.

Che sia fisica o psicologica, che sia legata alla sfera famigliare o meno, la violenza introduce un elemento specifico, terribile: la sofferenza.

Il tema verrà trattato, nella Giornata di Studio “La Violenza e la Vita”, il 10 Aprile, presso Sala Rossa, del Palazzo Vescovile a Prato.

La Tavola Rotonda vedrà impegnati relatori esperti siano questi appartenenti alle Forze dell’Ordine, che professionisti provenienti da vari ambiti del mondo culturale.

Da scaricare

Giornate di Studio “E… Liberaci dal Male”

E... Liberaci dal MaleNel mese di aprile, a Peccioli, presso il Centro Polivalente di via Del Carmine, 3, prendono il via le Giornate di Studio: “E… Liberaci dal Male”. Gli incontri si svolgeranno, ogni lunedì alle ore 21.00 (solo l’ultimo incontro sarà tenuto di venerdì). Gli incontri, richiesti dalla Parrocchia di Peccioli “San Verano”, sono organizzati dell’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici.

Moltissimi giovani, portatori di un disagio, corrono a dissetarsi alle fonti impure della magia e dell’occultismo, segno questo della regressione della coscienza che ha perduto la forza di pensare il mistero e contemporaneamente di accettare la realtà oggettiva. Eppure questa panacea inferiore denuncia una sete di conoscenza e di giustificazione del reale: la ricerca affannosa di rassicurazioni che consentano di superare situazioni di ansia e di incertezze del domani, nonché il bisogno di forti punti di riferimento. Così istanze reali e drammatiche conducono alcuni a scegliere la scorciatoia, rivolgendosi a persone o a gruppi che sotto l’apparenza del “soprannaturale” promettono la soluzione agli interrogativi e alle difficoltà del presente.

Da scaricare

Giornata di Studio “Le Libertà Illusorie. I giovani tra falsi miti e finti eroi”

Le Libertà IllusorieL’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici (ONAP), in collaborazione con l’Istituto Tecnico Commerciale Statale “F. Pacini” e la Diocesi di Pistoia ha organizzato la Giornata di Studio “Le Libertà Illusorie. I giovani tra falsi miti e finti eroi”. L’evento si terrà a Pistoia il 22 maggio, presso il Cinema Verdi, via della Misericordia, 1 – Pistoia.

La trasgressione non è più una caratteristica tipica del periodo adolescenziale (l’età si abbassa costantemente), ma sta diventando la “norma” o quantomeno fa “tendenza”, in una continua gara al rialzo e all’estremizzazione dei comportamenti, tanto da dare la sensazione che i processi di differenziazione dall’adulto e la ricerca di una propria identità si debbano esprimere, per forza, attraverso la manifestazione di comportamenti ostili o violenti. Per di più, a livello sociale, si assiste a un deterioramento dell’autorevolezza degli adulti e di conseguenza anche del loro controllo sui figli: elementi che sorreggono un innalzamento della soglia di tolleranza verso le prepotenze, complici in larga misura anche certi programmi e forme di pubblicità televisive che, unite allo spirito di emulazione, determinano una maggiore estensione e criticità dei comportamenti aggressivi.

L’iniziativa è patrocinata dalla Provincia di Pistoia e dal Comune di Pistoia.

Da scaricare

Gionata di Studi “Le Libertà Illusorie”

Culti, setteDa qualche anno è stato lanciato l’allarme sulla crescente diffusione nel nostro Paese di gruppi e pseudo-religiosi anche “estremi”. Le cronache recenti hanno riferito di drammatiche condizioni di vita e di situazioni di completo “controllo mentale” presenti in certi gruppi. Molte le persone che anche in Italia vivono direttamente questo grave problema, alle quali si aggiungono i parenti delle vittime indirettamente coinvolti.

Dalle atmosfere esotiche di presunti gruppi orientaleggianti a quelle penitenziali degli integralisti cristiani, l’allarme è crescente. Mentre questa sorta di realtà parallela vive, si autoalimenta e si diffonde nella quasi totale indifferenza, non è raro imbattersi in notizie che all’improvviso ce la mostrano in tutta la sua drammatica complessità. Basta sfogliare una rapida rassegna stampa per rendersi conto dell’alto numero di casi che hanno avuto a che fare con la magistratura, con le forze dell’ordine o, nelle situazioni più disperate, con la morte. Sono proprio queste ultime situazioni, le più drammatiche, che periodicamente accendono i riflettori e spostano la lettura dei gruppi sul tema della libertà di adesione, elemento fondamentale che traccia la linea di demarcazione e che inesorabilmente trasforma, con la sua assenza, il gruppo in culto abusante.

Il tema verrà trattato il 3 febbraio, nella Gionata di Studi “Le Libertà illusorie. Culti abusanti e manipolazione mentale nella società odierna”, organizzata dall’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici, presso al sale del Museo dell’Abbazia delle Tre Fontane, a Roma.

Da scaricare

Conferenza “New Age: astrologia, cartomanzia e spiritismo”

New AgeLa New Age nelle sue variegate forme non si richiama ad alcuno dei criteri ideologici, religiosi o politici tradizionali. Piuttosto trova spazio e contribuisce alla profonda modificazione dei valori e degli stili di vita dei suoi appartenenti e simpatizzanti. Il suo pensiero invade molti campi dello scibile umano, idee e azioni spesso sono riconducibili alla New Age, anche se coloro che le adottano, non necessariamente ne comprendono la fonte. I suoi avventori, per lo più, appartengono alle classi medie e superiori, alla ricerca di qualche nuovo valore spirituale: tutti però, anche nella scelta dei beni spirituali, hanno un’anima da consumatore. E’ così che il benessere psicofisico si trasforma, realizzando un colossale supermarket dello spirito.

Imponente è l’impatto comunicativo che tramite i media e Internet la New Age riesce a diffondere, tanto da meritare la definizione di network planetario. Una vera rete globale composta da un insieme di simboli, credenze, parole, pratiche d’ogni genere, che trasversalmente attraversa la società, parificando gli individui indipendentemente dalle loro identità primarie, etiche, culturali e religiose.

Il network della New Age unisce, in un unico ed eclettico amalgama: saperi antichi e scienze moderne; tradizioni secolari e tecnologie postmoderne; percorsi iniziatici e metodi formativi; criteri terapeutici e spirituali diversi. Esoterismo, magia e mistiche orientali si intrecciano e convivono con medicine alternative e psicologie moderne.

Il tema verrà affrontato da Patrizia Santovecchi, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici, nella Conferenza dal tema “New Age: astrologia, cartomanzia e spiritismo”, presso l’Accademia delle Belle Arti, Sala dei Marmi, Palazzo Cybo Malaspina (Carrara).

Da scaricare

News

Il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, la Federazion...
La Famiglia si configura come fattore significativo del processo evolutivo di og...
Il Seminario “Fenomeni settari, strategie condizionanti, culti abusanti e tecn...
Il Comitato Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Firenze ha organiz...
\r\nAll\'indomani dell\'approvazione della Proposta di Legge n. 3139-B recante \"Dis...
L\'Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici in partnership con il Comune di Lampo...
Il Corso Interdisciplinare di Aggiornamento Professionale Edu-Bullying (Avviso P...
\r\nIl progetto si inserisce in una attività più ampia, elaborata dall’Istitut...
\r\nL’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici (O.N.A.P.) in partnership con l...
COMUNICATO STAMPA   Vittime o carnefici? Come definire i giovani internauti al...

Facebook

LOGIN